QUESTIONE ROM, PISAPIA PIANGE MISERIA: La Moratti spese di più, ma De Chirico (FI) non è d’accordo

Ieri pomeriggio, Palazzo Marino per placare le polemiche sui fondi spesi per l’assistenza e l’inserimento  dei rom ha diramato uno studio per paragonare gli investimenti della Giunta Pisapia con quelli fatti dall’amministrazione Moratti.

Dal documento si evincono spese ben maggiori da parte dell’ex Sindaco rispetto a quello attuale, ma qualcuno non è d’accordo e contesta vivacemente i dati forniti:

“A un occhio sprovveduto potrebbe sembrare che la Giunta precedente abbia investito di più, come tiene a sottolineare l’ufficio stampa di Pisapia – attacca Alessandro De Chirico, componente del coordinamento cittadino di Forza Italia Milano -. Nella realtà dei fatti risulta evidente che i numeri non possono essere paragonati tra loro per la differenza del contesto”.

CatturaSecondo il forzista nello schema dei fondi comunali, un primo fattore da non sottovalutare è il lasso di tempo inferiore. Il secondo fattore è legato alla crisi economica. “A Milano, la grande recessione si è sentita sul finire del 2011 ed è esplosa nel 2013 – prosegue De Chirico-. Anche per gli italiani sono stati ridimensionati i fondi per i sussidi sociali. I tagli centrali sono aumentati esponenzialmente nell’ultimo biennio e sarebbe da folli continuare a spendere per progetti a favore di chi non si vuole integrare”.

A riprova di quet’ultima affermazione  De Chirico Dopo porta ad esempio i molti fatti di cronaca che ci hanno fatto rimanere senza parole, ma anche carichi di rabbia di fronte alle dichiarazioni di chi, arrestato, ha sbeffeggiato il nostro Paese e le sue leggi. Poi riprende: “Nella seconda parte dello schema, quella legata ai fondi statali, si tocca il ridicolo. Se la Moratti dava 15.000 € per rispedirli a casa, Pisapia non lo ha mai fatto. Ha accudito e abbracciato i fratelli ROM. Con i soldi del Piano Maroni del 2008, il Comune sistema le case di sua proprietà per assegnarle a chi non è nemmeno in graduatoria”.

Con buona pace di chi aspetta da anni. “Dove l’amministrazione ha investito per realizzarevillaggi accoglienza, come in Via Martirano a Muggiano, sono stati realizzati dei lager, come la comunità rom italiana ospitata ha definito le 20 unità prefabbricate. La manipolazione dei numeri perpetrata dalla giunta Pisapia – conclude Alessandro De Chirico – è degna del regime stalinista di cui Milano è vittima, una vera mistificazione della realtà”.

Una cosa è certa, più o meno che fosse il denro, la Moratti seppe utilizzarlo molto meglio sia per l’inserimento, sia per la prevenzione dei crimini. Ai suoi tempi di accampamenti abusivi in periferia se ne vedevano di rado, mentre dei questuanti e borseggiatori che oggi assediano i viaggiatori in stazione e gli automobilisti ai semafori allora non ce n’era traccia.

Otello Ruggeri per La Critica