MILANO, ANZIANI DELL’ISOLA DIMENTICATI DAL COMUNE. Associazioni e opposizione provano ad aiutarli

Non si è ancora risolta la triste vicenda dell’ottantina di anziani residenti all’Isola di Porta Garibaldi, rimasti orfani di un luogo di aggregazione in seguito agli sconvolgimenti urbanistici verificatisi nella zona negli ultimi anni. Svanita la promessa di una sistemazione nella Casa della Memoria, dopo che la nuova giunta ha deciso di assegnare all’ANPI lo spazio che la precedente amministrazione aveva destinato a loro, sono costretti ad adeguarsi a ritrovi provvisori o a starsene in casa. Mentre da Palazzo Marino non arrivano notizie di possibili soluzioni, associazioni di zona e opposizione uniscono le forze nel tentativo dare loro una mano.

IlluzziFederico Illuzzi, capogruppo del Nuovo Centro Destra in consiglio di Zona 9, che ha preso particolarmente a cuore la questione dichiara in proposito,  “Trovo scandaloso che nel quartiere Isola soggetto a grandi cambiamenti urbanistici con realizzazioni di grandi edifici come il Bosco Verticale e La Casa della Memoria, il Comune non trovi lo spazio per degli anziani che hanno come unico desiderio quello di ritrovarsi per giocare a carte e scambiare quattro chiacchiere in compagnia.” poi prosegue “Gli anziani sono la memoria vivente della città, patrimonio comune che va tutelato e valorizzato. Che senso ha costruire monumenti alla memoria scordandoci chi fisicamente la rappresenta? Per questo motivo ho presentato lo scorso 3 dicembre in consiglio di zona 9 una mozione sperando che l’Amministrazione Comunale affronti sul serio questo problema.” e poi conclude, “Sabato  11 gennaio parteciperò a una cena con gli anziani del quartiere Isola dove sono stati invitati anche l’assessore De Cesaris, il consigliere comunale Gallera e il ministro Mario Mauro anch’egli residente nel quartiere.”

volLa mozione presentata da Illuzzi, invita il comune ad attivarsi al più presto per individuare e rendere disponibile luogo di ritrovo per gli anziani, insistendo sul fatto che, esistono  in zona 9 ancora diversi spazi comunali sfitti. Suggerisce che, potrebbero essere inseriti nel  progetto sperimentale di Ospitalità Solidale, teso a promuovere l’assegnazione di alloggi a giovani senza lavoro in cambio di tempo, idee e progetti da dedicare al sociale come ad esempio potrebbe essere gestire uno spazio per gli anziani. Un atto dovuto, per mantenere l’impegno preso dalla precedente  amministrazione insieme all’opposizione, che non è stato mantenuto nonostante siano stati recentemente assegnati gli  spazi pubblici siti in via Volturno e in altre zone la stessa esigenze sono state immediatamente soddisfatte.

Giulio_Gallera_Regionali 2013_lightLa cena di cui parla Illuzzi, è quella organizzata da Silvia Davite del gruppo Giovani Frontiera, impegnato nella sensibilizzazione delle autorità sui problemi dei quartieri popolari di Milano, cui ci auguriamo non parteciperanno solo i rappresentanti dell’opposizione. Fra gli altri invitati abbiamo  sentito Giulio Gallera, consigliere comunale e Coordinatore Cittadino di Forza Italia, “Conosco bene il problema grazie militanti del partito che non hanno mai interrotto l’attività sul territorio tenendomi costantemente informato sugli sviluppi, anzi sui mancati sviluppi, della situazione. Io e altri rappresentanti di Forza Italia saremo presenti alla cena organizzata dai giovani del quartiere, per testimoniare la nostra vicinanza a loro e agli anziani dell’Isola.” poi conclude “Sarà l’occasione per rilanciare il nostro impegno nelle strade, vicino alla gente comune sempre più abbandonata da questa amministrazione, in noi troveranno qualcuno pronto ad ascoltarli e nei limiti delle nostre possibilità a risolvere i loro problemi”.

Otello Ruggeri per La Critica