MILANO, E’ ALLARME “ARANCIONE”. Folle spostare la Fiera di Senigaglia dai Navigli a via Pagano

Sabato 16 novembre, il Comune di Milano ha emesso un comunicato relativo alle ipotesi di nuovo posizionamento della Fiera di Senigaglia, per cui è scaduto il contratto d’affitto stipulato dall’amministrazione con le Ferrovie dello Stato, per l’utilizzo delle aree dell’ex scalo ferroviario di Porta Genova.

Quanto vi è scritto ha però sollevato più di una protesta, prima di dare la parola a uno dei principali contestatori, Alessandro De Chirico consigliere di Forza Italia in zona 7, ve ne riassumiamo per sommi capi il contenuto. Detto del motivo del trasferimento, se ne quantifica l’entità, circa 164 bancarelle che, solo in parte saranno ospitate in via Valenza per ancora cinque settimane, grazie a una concessione della proprietà. Fra le ipotesi al vaglio, è maggiormente accreditata quella del trasferimento in piazzale Mario Pagano, dove, “secondo le preferenza espresse dai Consigli di Zona interessati” si dovrebbe svolgere in futuro ogni domenica.

Franco D'Alfonso,. Assessore al Commercio

De Chirico non è per niente d’accordo su quanto scritto, soprattutto in merito all’opinione espressa dai consigli di zona, riporta anzi una versione diametralmente opposta: “Leggo con stupore il comunicato inviato ieri dall’ufficio stampa del Comune di Milano in riferimento allo spostamento della fiera di Sinigaglia. Sono certo che ci sia stato un errore. L’assessore D’Alfonso dichiara che il comune sta vagliando diverse opzioni tra cui quella del parcheggio di piazzale Mario Pagano sembra la maggiormente accreditata. Leggo che i consigli di zona interessati si sono espressi favorevolmente sulla possibilità che venga svolto lì di domenica. Niente di più falso! In data 31 ottobre, ho partecipato a una riunione di commissione Attività Produttive della Zona 7 in cui era presente lo stesso assessore. Oltre a Confcommercio, erano invitate alcune associazioni di commercianti della zona che hanno risposto in maniera negativa a tale possibilità. Anche i non presenti – As.Co. Vercelli -, da me contattati in passato, hanno manifestato disappunto su questa eventualità”.

de chiricoSul perché di questa discordanza di versioni il consigliere un’idea ce l’ha, anche qualche giudizio sull’operato della giunta e sulle conseguenze che ha portato: “Evidentemente l’assessore era poco attento o forse non ha alcuna intenzione di prestare ascolto alle richieste del territorio. Dove sono finite la famosa partecipazione e la conclamata volontà di dare attenzione a tutti? Mi sembra palese che queste siano solo dichiarazioni di facciata anche perché, durante la gestione arancio-rossa della città, sono proliferate le licenze temporanee a scapito del commercio di vicinato, senza che fosse comunicato nulla. Si parla di sana concorrenza, ma perché un negozio che vende alimentari è sottoposto a rigide norme di vendita dei prodotti mentre su una bancarella le stesse norme non valgono più e a pagare è il consumatore che non viene tutelato dai dovuti controlli? L’Annonaria è sparita dai mercati dando campo libero agli abusivi. È questa la sana concorrenza? L’aumento della tassazione – COSAP, IRPEF, rifiuti, etc – sta uccidendo le botteghe storiche che non riescono a tenere testa alla grande distribuzione”.

Ma De Chirico non si limita solo alle recriminazioni, offre anche delle proposte alternative, oltre a garantire il proprio appoggio ai commercianti della zona che rischiano di essere penalizzati dalle decisioni della giunta: “L’assessore dovrebbe tenere da conto quanto emerso nell’incontro tenutosi con i commercianti valutando, piuttosto, l’ipotesi di trovare una collocazione della Fiera di Sinigaglia che accontenti tutti: commercianti, ambulanti, residenti e comune. Proponiamo il piazzale dello Sport che, con la dovuta pianificazione in virtù delle manifestazioni sportive dello Stadio Meazza, potrà accogliere alternativamente di sabato e di domenica tutti coloro che vorranno recarsi alla fiera, senza arrecare considerevoli problemi di traffico e avendo a disposizione tanti parcheggi e una fermata della MM5 di prossima apertura. L’assessore non ripeta brutti scivoloni fatti nel recente passato e stia pur certo che se non cambierà idea noi di Forza Italia saremo al fianco dei commercianti della zona per dar battaglia a questa scellerata amministrazione”.

Otello Ruggeri per Italia Post