MILANO, L’ATM DEL FUTURO. PdL e FdI accusano il sindaco: “Si è appropriato di meriti altrui”

Una buona notizia per Milanoquella dell’inaugurazione della nuova centrale operativa ATM. Il Presidente dell’azienda Bruno Rota l’ha definito: “Un fiore all’occhiello” e da essa da ora in poi sarà gestita la circolazione dei treni, il traffico dei passeggeri e tutti gli impianti delle stazioni, dalle scale mobili alla ventilazione.

Si tratta di un progetto che ha preso il via nel 2009 costato alle casse del comune  11,5 milioni di euro. E’ stataattrezzata con pannelli multischermo collegati a 2900 telecamere gestiti da 15 operatori per turno, da essa saranno controllati i movimenti di 120 treni all’ora, 1650 al giorno, compresi quelli notturni in movimento per  la  manutenzione, sostituirà da sola le tre vecchie sale operative separate.La sua messa in opera permetterà di aumentare i livelli di sicurezza su tutte le linee e la capacità di risolvere in più breve tempo eventuali problemi, informando in tempo reale ai passeggeri. Nel complesso è stata inserita anche la sede per l’unità di crisi, da attivare in caso di emergenze, da dove sarà possibile coordina le forze dell’ordine e di pronto intervento.

A fare bella mostra di se all’inaugurazione, con il presidente Bruno Rota, i vertici dell’azienda e e parte della dirigenza di Atm c’erano il vicesindaco Lucia De Cesaris, gli assessori alla Mobilità, Pierfrancesco Maran, ai Lavori pubblici Carmela Rozza, al Commercio Franco D’Alfonso e il presidente del consiglio comunale Basilio Rizzo. Un simile schieramento di personalità della giunta Pisapia ha fatto saltare la mosca al naso a più di un esponente dell’opposizione che non hanno tardato ad accusare il sindaco di appropriarsi di meriti non suoi.

“La Giunta Pisapia vive di parole e tagli di nastri, ma è un bluff… – attacca Giulio Gallera (PdL) –  Ottima notizia per Milano. Già, ma il progetto e la gara sono del  2010, e l’inizio lavori  del 2011,  cioè  tutta,  ma proprio tutta roba targata centrodestra. Senza vergogna l’assessore  Maran che ha dichiarato: Così investiamo per Milano”  infine tiene a precisare  ”Con l’occasione ricordiamo  che  anche le nuove linee metropolitane gestite dal cervellone, sono tutte realizzazioni del centrodestra, metrò lilla compresa. Riassunto: nostra  la sala  operativa,  nostri i binari, nostri i treni, e loro … i tagli  dei  nastri  e  gli  aumenti  del  biglietto”.

Riccardo De Corato (FdI), che quando fu progettata la centrale  aveva la delega ai trasporti, non riesce proprio a digerire passerella dei membri della giunta “Oggi il vicesindaco De Cesaris accompagnata da ben quattro assessori ha inaugurato la sala operativa Atm, dimenticandosi di dire che fu progettata e finanziata con una gara del 2010. La strategia è sempre quella: tante parole e pochi fatti, e in mancanza di realizzazioni concrete, mettere il cappello su quello che hanno fatto gli altri. Lo stesso dicasi per la M5, che noi abbiamo voluto e realizzato. Milano è governata da venditori di fumo, ma per fortuna si sta svegliando”.

Otello Ruggeri per Italia Post