MILANO, SICUREZZA A RISCHIO. Gallera tende la mano a una sinistra incapace di gestirla

17397445_rapina-con-sparatoria-forcella-ferito-un-uomo-di-2Dopo l’ennesimo grave fatto di sangue e criminalità avvenuto a Milano, il coordinatore cittadino del PdL-FI Giulio Gallera, interviene sulla questione sicurezza tendendo una mano alla giunta Pisapia. L’offerta è di quelle che un’amministrazione che tiene al bene dei cittadini più che alle proprie ideologie non dovrebbe rifiutare, si tratta di una proposta di collaborazione nella gestione dell’ordine pubblico fatta da chi può portare in dote l’esperienza maturata con la precedente amministrazione ottenendo ottimi risultati in questo settore.

Ecco la dichiarazione di Gallera: “A  Quarto  Oggiaro suona un allarme per tutti: treGallera 3 omicidi e il rischio di una  guerra di mafia. Il PDL / FI non fa demagogia sulla mafia, non diciamo che  se a Quarto si spara la colpa è di Pisapia. Semplicemente vogliamo che le sirene di Quarto, arrivino nelle stanze del Sindaco, che in periferia si è  visto  solo  in campagna elettorale. Noi siamo pronti a lavorare insieme per la sicurezza di Milano. L’azione antimafia di questa Giunta è piuttosto parolaia:  tante  presentazioni di libri fotocopia, un bel po’ di convegni, Protocolli  di  Intesa,  un paio di piccoli appalti bloccati per mafia (poi controlli  e scopri che li ha bloccati la Procura del mezzogiorno che stava indagando,  e  non  il Comune) e poi Commissioni, Tavoli. Tutto bene, tutto giusto. Ma poi si spara. E allora ci si accorge che serve il quid: serve il presidio  del  territorio,  servono le telecamere, servono i commissariati, serve  una  vigilanza urbana che fa il suo mestiere. Noi ci siamo: non solo sulla  mafia,  ma  su tutti i sintomi del degrado territoriale che dilaga a Milano.  Noi  ci  siamo e ci saremo, per evitare, come già emerge in queste ore  da  parte  della  Sinistra,  una  risposta  di slogan: “riattivare gli anticorpi  sociali”,  ”organizzare  incontri  e manifestazioni” “rinforzare l’aggregazione”  (sono  parole  del  Presidente  del Consiglio di Zona 8 di SEL).  Noi  ci  siamo: in Consiglio con le nostre proposte e per la Giunta. Quando  Assessori  e  Sindaco  vorranno  parlare  con noi, e ascoltarci, ci saremo. Ne guadagnerà Milano.”

Otello Ruggeri per Italia Post