SALVO E MAX, SEMPLICEMENTE 2 ITALIANI. Domani GP d’India, non dimentichiamo

962859_10202422624831481_519662053_nFin dalle sue (recenti) origini, Italia Post ha fatto dell’amore di Patria un suo tratto caratteristico. Un amore per il Bel Paese, sicuramente condiviso da giornalisti e colleghi, cui sommiamo l’orgoglio per tutti i nostri connazionali che gli danno lustro in giro per il mondo. Un sentimento che si traduce nel fregio tricolore che fa bella mostra di se nel logo del giornale, e nel nastro giallo che avvolge la “L” di Italia.

Il nastro, simbolo di tutti gli italiani  lontani dal paese che amano, lo esponiamo per fare sentire loro la nostra vicinanza e in questo momento particolare lo dedichiamo ai due Fucilieri di Marina Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, di cui troppe istituzioni sembrano essersi colpevolmente dimenticati. Visto che questo articolo è dedicato ai nostri soldati, non scriveremo nemmeno una riga in merito agli esponenti delle “istituzioni” che non perorando la loro causa il paese lo disonorano. Li lasciamo nell’oblio che meritano.

1185575_1413171272243321_1667845858_nQueste “disattenzioni” spesso colpevolmente anti-italiane, sono state accompagnate dall’assoluta incapacità, da parte di chi aveva il dovere di farlo, di svolgere il proprio lavoro di mediazione nei confronti delle autorità indiane, lasciando che i due marò venissero dimenticati, abbandonati semplicemente al fato. Alle famiglie di Latorre e Girone, davanti a questo vergognoso vuoto istituzionale non è rimasta alternativa all’armarsi di buona volontà e cercare di fare da se. E “da se” per il nostro giornale è inconcepibile. Per questo faremo del nostro meglio per collaborare e promuovere l’iniziativa che hanno deciso di intraprendere. Lo sentiamo come un dovere di riconoscenza per chi rischia la vita per il tricolore, dovere che dovrebbe essere condiviso da ogni italiano degno di definirsi tale.

ansa - valeria braghieri - ansa - valeria braghieri - MARO': A ROMA MASSIMILIANO LATORRE E SALVATORE GIRONESabato 23 novembre, grazie alle loro famiglie, si terrà a Roma una marcia di solidarietà per richiamare l’attenzione sulla vicenda che vede da oltre 20 mesi i due militari ingiustamente trattenuti in India. Il corteo partirà alle ore 15:00 da Piazza Bocca della Verità e si snoderà per le vie del centro. Gli organizzatori, che contano su una massiccia e solidale partecipazione,  hanno fatto sapere che si tratterà di un evento con connotazioni assolutamente pacifiche, apolitiche ed apartitiche. Possiamo fin da ora garantire la partecipazione di alcuni nostri giornalisti e ci auguriamo che con loro ci saranno anche molti di  voi che ci leggete.

Appena sarà noto, pubblicheremo il percorso dettagliato del corteo. Intanto, ci uniamo coralmente a tutte le iniziative in vista di domani, quando il GP di Formula 1 si disputerà in India…

Otello Ruggeri per Italia Post