La giornata europea della cultura ebraica

Ieri, domenica due settembre, si è celebrata la giornata europea della cultura ebraica. A Milano anche questo avvenimento, come tutti quelli che si svolgeranno in questi giorni nel capoluogo lombardo, è stato sottotono e segnato dal lutto per la morte del Cardinale Martini, che il presidente dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, Renzo Gattegna, ha voluto ricordare definendolo un “Amico e uomo di dialogo.” di cui gli ebrei italiani hanno appreso la dipartita con dolore e profondo cordoglio.

Il programma delle manifestazioni milanesi ha previsto varie iniziative che si svolgono in buona parte nella Sinagoga di via della Guastalla 19 dove alle 10.30, dopo il saluto del Presidente della Comunità Ebraica, e l’intervento del Rabbino Capo, Alfonso Arbib, inizieranno delle visite guidate al luogo sacro, incontri sul tema dell’umorismo con esposizione di libri sull’argomento e delle fotografie del Concorso fotografico a cura della Fondazione Cdec.

Inoltre allestiti degli stand di gastronomia, libri, oggettistica e artigianato ebraico. In serata allo Spazio Oberdan in via Vittorio Veneto, una rassegna cinematografica  intitolata  “Guardare una risata: l’umorismo ebraico nel cinema” con Ruggero Gabbai, Maurizio Porro e Roberto Zadik.

In questi giorni tristi cerchiamo di ridurre al minimo le polemiche, quindi ci limitiamo a rilevare che la comunità ebraica, nell’organizzare questo evento, ha chiesto al comune i dovuti permessi senza pretendere né ottenere cospicui finanziamenti come invece è stato concesso ad altri.

Otello Ruggeri per Milano Post