Omnimilano-MUNICIPIO 2, FORZA ITALIA: BIVACCHI E RISSE LUNGO FERROVIA GRECO, INTERVENIRE

(OMNIMILANO) Milano, 04 SET – “Le lamentele di un gruppo di cittadini rimasti svegli fino alle quattro del mattino a causa degli schiamazzi, generati da una rissa fra un gruppo di stranieri ubriachi, pone l’attenzione su un quartiere di norma a misura d’uomo come Greco Milanese” Così in una nota Otello Ruggeri, Coordinatore di Forza Italia nel Municipio 2. “Più di un residente si è detto preoccupato per le intemperanze e i problemi di sicurezza generati dai senzatetto, installatisi sotto le arcate della ferrovia, che attraversa i prati fra l’area di cantiere di fronte al Borgo Cascina Conti e viale delle Rimembranze di Greco – prosegue Ruggeri – In attesa sia completata la nuova viabilità, a preoccupare è la possibilità che nelle ore serali sia aggredito qualche residente del “Borgo”, per ora raggiungibile solo attraversa la scarsamente illuminata area di cantiere. Poiché, secondo alcuni, le chiamate fatte alle Forze dell’Ordine l’altra sera non hanno sortito alcun effetto, ho provveduto a informare la sempre disponibile Dirigente del Commissariato Greco-Turro, dopo essermi recato di persona a verificare se nell’area fossero presenti bivacchi. Purtroppo, ho riscontrato che quanto riferito corrisponde a verità: le arcate non sono state messe in sicurezza, anzi, l’averle sigillate da un solo lato, oltre a non impedirne l’occupazione, le ha rese un nascondiglio migliore. Ho trovato anche numerosi giacigli di fortuna, una capanna e un paio di persone che vedendomi non hanno battuto ciglio limitandosi a coprirsi il volto con le coperte. Ovviamente a rendere la situazione ancora più degradata non manca nemmeno il solito contorno di rifiuti, bottiglie rotte e bombole del gas abbandonate chissà da chi. E’ evidente che per tutelare la sicurezza dei cittadini e la salute pubblica, è necessario provvedere a sigillare i “ponti”, identificare le persone che vi “risiedono” e bonificare l’area. Mi attendo che le istituzioni preposte provvedano al più presto a farlo”.