MILANO, PIAZZA CASTELLO: sempre peggio

La pedonalizzazione di Piazza Castello è un paradosso urbanistico che ha trasformato uno spazio  destinato al grande scorrimento veicolare, in una fiera paesana, dannosa per le il traffico nelle vie circostanti, fuori luogo, offensiva per il contesto storico, dannosa per il verde circostante, costosa per le ingenti forze di polizia urbana utilizzate ogni giorno per regolarne traffico e accessi e foriera di disagi per residenti e commercianti, che sempre più spesso diventa palcoscenico per spettacoli di dubbio gusto.

10355015_1418508095095018_8559013226845241386_nDue sono le immagini che la rappresentano ad avere fatto il giro del web in questi giorni. La prima è quella che vedete in copertina in cui sono ritratte le famigerate “sdraio di Maran” a fare bella mostra di se davanti alla Torre del Filarete. Nella seconda invece, quella qui a lato (attribuita a (EP) una sciura che deve avere alzato un po’ troppo il gomito balla allegramente con un viados seminudo.

Questa è la Milano che ci sta regalando la giunta Pisapia, che  a quanto pare piace alla maggioranza dei milanesi (checché ne dicano i leader dell’opposizione cittadina) visto l’oltre 58% di consensi ottenuti alle europee dai partiti che ne fanno parte. Piacerebbe sapere i risultati nei seggi posti nelle vicinanze di dove hanno sede la maggioranza dei comitati contro la pedonalizzazioni per capire se i signori del centro hanno smesso di fare i radica chic  in pubblico ma continuano a farlo nel segreto della cabina elettorale.

Otello Ruggeri per La Critica