ELEZIONI EUROPEE. E’ arrivato il momento di essere Patrioti

“Alcuni Italiani non si arrendono”, l’immagine di copertina è tratta dal bello striscione usato durante una manifestazione da un partito che non sarà presente alle elezioni europee. L’ho scelta per  esortare anche quelli che non avranno rappresentanza ad incidere ugualmente sul loro esito votando lo stesso. Non è questo il momento di arrendersi!

I Patrioti, quelli con la “P” maiuscola, sanno distinguere gli interessi di bottega dal bene supremo del proprio paese. Il non potere tracciare una “X” sul proprio simbolo, non è un motivo sufficiente per lasciarsi cadere nelle mani di socialisti e tecnocrati Europei. Le alternative ci sono e ignorarle, per astio o orgoglio, sarebbe un crimine contro il popolo italiano.

I mali per noi che amiamo quest’Italia in difficoltà, sono il caos, la perdita dell’identità che la rende unica e meravigliosa, oltre ovviamente all’impoverimento di cui è vittima buona parte della popolazione. Non si può rinunciare a combatterli  astenendosi da queste elezioni, che per quanto europee, decideranno se  a rappresentarci a Bruxelles ci saranno persone votate al caos e alla distruzione, o altre decise a farci rimanere succubi e parte di questa unione, piuttosto che quelle pronte a battersi per i sacrosanto diritto della nostra nazione all’autodeterminazione, politica, economica e monetaria.

Nelle mie riflessioni di questi giorni ho volutamente trascurato di inserire fra le possibili scelte da fare il Partito di Matteo Renzi. L’ho fatto perché ha a sua disposizione abbondanti casse di risonanza e non può comunque essere l’alternativa che l’elettorato di centrodestra cui mi rivolgo dovrebbe prendere in considerazione, ma se siete dei liberali e proprio non ve la sentite di votare per uno dei partiti che si definiscono tali, allora – con dolore – vi dico: meglio lui che un voto alla distruttiva e inconcludente politica grillina, che per raccogliere voti arriva a portare sul palco gente come Dario Fo.

Ma se liberali lo siete per davvero, valutate le strade che intendono percorrere Grillo e Renzi, capito che astenersi gli permetterebbe di farlo, non avrete difficoltà a decidere – magari tappandovi il naso – di votare Forza Italia.

Gli amici di destra hanno invece tre alternative a disposizione: Nuovo Centro Destra, Fratelli d’Italia e Lega Nord.  Non partecipare al voto  lasciando il futuro del paese nelle mani dei socialisti o del caos grillino è un opzione che non può essere presa in considerazione.  Scegliere di non scegliere non può essere preso in considerazione. Non può essere considerato di “destra” rinunciare a determinare le sorti del proprio Paese, quindi se tali vi considerate domani alzatevi, andate al seggio e con il voto dite chiaro e forte “io il mio paese non lo abbandono mai”.

Buon voto a tutti, mi raccomando, siate Patrioti.

Otello Ruggeri per La Critica