MILANO: SVELATO IL PRIMO SPICCHIO DI GALLERIA RESTAURATA. Un bel tuffo nel passato

Sono sempre più rare le occasioni in cui una parte della nostra città viene restituito ai suoi antichi splendori piuttosto che abbandonata al degrado. Il restauro di Galleria Vittorio Emanuele è una di queste, vederne i risultati non può che riempire di gioia qualunque milanese degno di definirsi tale.

6Quando giovedì, dopo 25 giorni di lavoro sono stati tolti i ponteggi dalla prima porzione dell’ottagono interessata dai lavori di ripulitura e sopra il negozio di Louis Vuitton, sono ricomparsi i colori originali della facciata in pietra grigia decorata in giallo paglierino di Viggiù e Vicenza, contornati da cemento decorativo ocra chiaro quasi avorio, per molti di noi è stato un tuffo nel passato.

3Era da metà degli anni ottanta che non li vedevamo, dai tempi dell’ultima ripulitura. Allora Milano era ancora in gran parte popolata da milanesi, la governavano galantuomini e si respirava un’aria sicuramente diversa da quella di oggi. Era la Milano da bere, quella che molti di voi giovani lettori  non hanno avuto la fortuna di conoscere, che a noi che allora giovani lo eravamo regalava prospettive di un futuro sicuramente più semplice del vostro.

Ci è sembrato di tornarci per un attimo, speriamo sia di buon auspicio anche per voi, ma bando alla malinconia. Adesso il ponteggio fisso, che interessa le quattro facciate oblique sull’Ottagono, passerà sul lato opposto, sopra il negozio di Bernasconi e fra 25 giorni ci regalerà un’altro spicchio di città recuperata.

I ponteggi mobili che saranno utilizzati per il restauro della Galleria Vittorio Emanuele (Foto Omnimilano)Intanto, da alcuni giorni è in corso il montaggio del mega-ponteggio mobile su cui lavoreranno i restauratori. Una volta completando sposterà su binari lungo il braccio centrale da piazza Scala e piazza Duomo. La struttura portante, già visibile davanti all’Urban Center, sarà terminata nel fine settimana e diventerà operativa da lunedì.

Servirà quindi necessaria una settimana per completare il ponteggio sulla facciata, che permetterà di iniziare le opere di restauro vere e proprie. Il programma prevede che per ferragosto siano completati i lavori sul primo braccio, per poi continuare sul resto della struttura fino a completarne il ripristino per il febbraio del  2015.

I ponteggi mobili che saranno utilizzati per il restauro della Galleria Vittorio Emanuele (Foto Omnimilano)Il restauro studiato per rispettare la tradizione e garantire la continuità con il passato è stato sponsorizzati da Prada e Versace. Tutto è stato curato nei minimi particolari compreso il cantiere in cui ponteggi e transenne sono degli oggetti di design progettati per armonizzarsi con il luogo in cui sono ospitati.

Otello Ruggeri